Intervista a Pitbull

Oct-2
2009

In una recente intervista, Pit ha svelato qualcosa sulle canzoni più profonde contenute nel suo album Rebelution, leggete l'intervista qui sotto.

Quali altri lati di Pitbull scopriremo in “Rebelution?”

C'è una canzone nell'album chiamata “Daddy’s Little Girl,” che parla di qualcosa che è accaduto alle donne della mia famiglia, donne molto importanti come mia madre e mia sorella. Penso che le persone la sentiranno e penseranno: "Non sapevo che Pitbull avesse questo lato di sé". Continuo a dire che è esaltante perchè sono molto eccitato. In questo progetto sono io al 100%, in special modo con le prossime canzoni.

Pensi che la tua casa discografica precedente ti impedisse di fare quello che volevi?

La vecchia casa discografica era un'etichetta indipendente. Lo staff era a posto, lavoro ancora con molte delle persone con cui lavoravo prima. Abbiamo creato il nostro staff indipendentemente. C'era solo una persona con cui proprio le cose non andavano. E tutti nell'ambiente lo sapevano... Così adesso abbiamo finalmente la possibilità di uscire, fare accordi con altri artisti, prepararci a fare altri album ed essere in grado di emergere nell'industria musicale.

Durante quel periodo, hai mai pensato di ritirarti dalle scene?

Amo creare musica, amo suonare musica, ma non mi piace il mondo che c'è dietro la musica, quello del business. Penso che tolga moltissimo agli artisti e soprattutto alla loro vena artistica... Ci sono state volte, sì, in cui ho pensato seriamente di ritirarmi, perchè ho sempre avuto un piano B. Grazie a Do però ho preso la decisione giusta, perché avevo le persone giuste accanto... Ho visto un'opportunità e non c'è nulla di meglio che battere qualcuno giocando al suo stesso gioco. E una volta capito questo, l'ho usato completamente a mio vantaggio e mi sono detto che anche se avessi perso questa battaglia, l'avrei fatto perché non potrei dormire la notte sapendo che non ho provato, che ho semplicemente lasciato perdere.